Nomadi, Corbucci-Di Stefano: “parole Cristiano Bonelli populiste e strumentali”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=bWPlv58Ltg8&feature=player_embedded]”Troviamo vergognose, populiste e strumentali le dichiarazioni del Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli sui campi nomadi di via della Cesarina e dell’ex poligrafico di via Salaria” lo dichiarano in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio e Silvia Di Stefano, coordinatrice del circolo PD Castel Giubileo-Settebagni.
“Cristiano Bonelli si accorge soltanto oggi delle condizioni in cui sono stati costretti a vivere, nell’ultimo anno, le persone ospitate nella struttura di via Salaria. L’ex poligrafico di via Salaria è stata utilizza dall’amministrazione Alemanno di cui anche Bonelli fa parte, ma il Presidente del IV Municipio non ha mai affrontato il problema ne quando i consiglieri dell’opposizione lamentavano l’impossibilità di poter visitare l’edificio per verificare le condizioni di vita delle persone ospitate, ne quando vi fu la protesta per il Clandestino Day nel corso della giornaya di mobilitazione antirazzista, ne tanto meno davanti agli inquetanti filmati presenti ancora in internet” continuano Corbucci e Di Stefano.
“Cristiano Bonelli continua solitario nella sua politica populista, dichiarando che tutti nella Roma del futuro e sede olimpica devono rispettare le regole. Davvero uno schiaffo per i cittadini del IV Municipio che da lui aspettano ancora una parola sul mega abuso edilizio del Salaria Sport Village che si trova proprio lungo la via Salaria a poche centinaia di metri dalla ex cartiera che Bonelli vorrebbe chiudere, senza proporre alcuna soluzione alternativa per affrontare la questione nomadi. La solita politica degli annunci a cui mancano sempre i fatti e che stanno trasformando Roma in una città sempre peggiore”.

Altri articoli