Mondiali di Nuoto, Corbucci: “Berlusconi difensore dell’illegalità”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

prima

“Vorrebbe cancellare gli abusi di edilizi, compresi quelli che avrebbe commesso il fratello del Presidente della Federazione Italiana Nuoto e senatore del Pdl, con qualche pagine sottoscritta in fretta e furia nell’ultimo consiglio dei ministri. Ma i cittadini e le associazioni ambientaliste non glielo permetteranno. Siamo pronti a dare vita al più partecipato ricorso al Tar della storia di questa città, poichè crediamo che il rispetto della legalità e la difesa dell’agro romano siano più importanti degli interessi dei privati. Siamo ormai arrivati al punto che l’interesse pubblico turba l’interesse privato di pochi e questo è ormai insopportabile” lo dichiara in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio dove è stato sequestrato l’impianto del Salaria Sport Village a Settebagni. “Presenteremo un ricorso al Tar per eccesso di potere poichè riteniamo che il Presidente del Consiglio non possa emanare una nuova ordinanza con l’evidente scopo di fermare un’inchiesta già avviata dalla magistratura e che ha portato al sequestro di quattro impianti sportivi e ad indagare dieci persone. Se oggi lasciassimo passare questa aberrazione, significherebbe ammettere che in questo Paese non esistono più regole e che la politica avrebbe il potere di cancellare indagini con un colpo di spugna. Siamo indignati poichè il Presidente del Consiglio dimostra di essere il difensore dell’illegalità” conclude la nota di Corbucci.

Altri articoli