Ama Salaria, Corbucci (Pd): “oltre al danno anche la beffa”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lo stabilimento di stoccaggio dell'Ama su via Salaria
“Le parole del Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli farebbero morire dal ridere, se non fosse che l’aria irrespirabile su via Salaria all’altezza di Villa Spada e Fidene, fa lacrimare gli occhi e da diversi mesi crea seri problemi di respirazione per i cittadini” lo dichiara in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio. “Bonelli ieri sarebbe andato alle 13 in visita presso lo stabilimento dell’Ama di via Salaria, riscontrando che i nauseabondi odori non proverrebbero da quell’area. Di fronte a queste parole ci si sarebbe aspettati che il Presidente indicasse, quantomeno, la fonte del cattivo odore che rende l’aria irrespirabile. Bonelli invece liquida il problema chiedendo ai cittadini di inviare al fax della sua presidenza segnalazioni più precise” spiega Corbucci “oltre al danno anche la beffa. Non solo Bonelli fa finta di non sapere delle notizie di stampa sugli esposti presentati da cittadini ed aziende, oltre che dell’inchiesta avviata sull’impianto dell’Ama, ma addirittura pretende di prendere per i fondelli le famiglie che sono costrette a convivere con il problema, arrivando a richiedere segnalazioni più precise”. “Davvero Bonelli pensa di poter prendere in giro i cittadini glissando sulle responsabilità della sua amministrazione che ha reso la zona della Salaria, alle porte della città, più sporca, insicura ed invivibile? Oltre agli odori e all’aria irrespirabile causa di tosse, forti emicranie e svenimenti, il quartiere ha visto raddoppiare in pochi mesi il fenomeno della prostituzione su strada, ha assistito alla deportazione di centinaia di nomadi, senza che l’amministrazione abbia promosso alcuna forma di integrazione. Ha assistito al sorgere di una baraccopoli lungo il Tevere. Per non parlare dell’abusivismo edilizio del notorio Salaria Sport Village a Settebagni. Ci vuole il coraggio di Bonelli per dichiarare certe cose” conclude Corbucci che rilancia “promuoveremo un sopralluogo a sorpresa con i cittadini per dare ulteriori prove al municipio”.

Altri articoli