Ama, manifestazione davanti all’impianto di Tmb per chiedere lo spostamento fuori dal centro abitato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

da www.roma2013.org
Duecento persone hanno sfilato da Villa Spada all’impianto Ama di via Salaria per ribadire il proprio diritto alla qualità della vita e per chiedere lo spostamento dell’impianto Ama di via Salaria, che provoca da oltre un anno miasmi insopportabili. La manifestazione pacifica ha avuto il suo apice davanti all’impianto dell’Ama, dove tra fischietti, cartelli e slogan, i cittadini hanno continuato a dare battaglia davanti alle telecamere di Sky e Teleroma 56.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=ARnpUHGT7Fc]

Presenti oltre al comitato di quartiere Villa Spada, anche rappresentanze dei comitati di quartiere Fidene, Castel Giubileo, Settebagni, Val Melaina e Città Giardino. Molti esponenti delle forze politiche che hanno sostenuto i cittadini in questa battaglia. Oltre al vicepresidente del Pd Riccardo Corbucci, unico consigliere municipale presente, c’era Fernando Bonessio dei Verdi, Romano Amatiello della Destra, Mario Canino dell’Italia dei Valori ed ancora per i Democratici Claudio Ricozzi, Silvia Di Stefano, Maria Teresa Ellul e Romolo Moriconi. Presenti anche esponenti del Movimento 5 stelle del IV Municipio.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=86x2YSDnIoQ]
Tutti concordi: “l’impianto va spostato fuori dal centro abitato” hanno tuonato al megafono Bonessio e Corbucci. Assente il presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli, che ha comunque rilasciato alle agenzie un comunicato stampa per ribadire che anche lui è favorevole al dislocamento dell’impianto in altre zona. “E’ in corso un corteo da parte dei residenti del quartiere Villa Spada e Fidene in IV Municipio per porre l’attenzione sul problema dell’Impianto Ama in via Salaria, che crea disagi alla cittadinanza. Si tratta di una protesta civile e responsabile: come Presidente continuero’ il mio impegno nelle opportune sedi e con le realta’ competenti affinche’ l’impianto venga delocalizzato”. Favorevole a spostare l’impianto anche il consigliere comunale del Pd Mirko Coratti, presentatore di una mozione in Campidoglio.

Nel pomeriggio i Democratici avevano reso pubblico un comunicato. “Questo pomeriggio il Partito Democratico parteciperà alla manifestazione di protesta, indetta dai cittadini Villa Spada, per chiedere il dislocamento dell’impianto Ama di via Salaria, dal quale provengono da oltre un anno nauseabondi odori, che provocano grande disagio per cittadini e lavoratori del quartiere” lo dichiarano in una nota Claudio Ricozzi presidente del Pd del quarto municipio, Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio e Fabio Dionisi, consigliere municipale. “Saremo al fianco dei cittadini che chiedono soltanto di poter avere una vita normale, come abbiamo sempre fatto in questo anno, per sollecitare la delocalizzazione dell’impianto dell’Ama fuori dal centro abitato” continuano i coordinatori di circolo dei democratici Maria Teresa Ellul, Silvia Di Stefano, Francesca Leoncini e Romolo Moriconi. “La relazione prodotta dall’Istituto Mario Negri non fa che aggravare il problema lamentato ormai da moltissimi cittadini in tanti quartieri del municipio” concludono gli esponenti del Pd “per questa ragione la nostra proposta politica per le prossime elezioni regionali non potrà che prevedere lo spostamento di questo impianto”.

Altri articoli