Alemanno-Bossi, Corbucci (Pd): “a pagare il conto saranno cittadini romani”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

“Rigatoni al sugo di coda alla Vaccinara, vino dei Castelli, Polenta e cicoria ripassata in padella. Tutto consumato in piazza di Montecitorio. Simbolico pranzo di «riconciliazione» tra il sindaco Gianni Alemanno e la Lega, dopo le polemiche generate dalle dichiarazioni del ministro Umberto Bossi. Tra fornelli e banchetti, anche altri esponenti della Lega, come il ministro Roberto Calderoli, assessori e consiglieri del Comune di Roma capitale, il presiedente della Regione Lazio Renata Polverini presente al pranzo invece che in aula alla Pisana. Insomma si potrebbe intonare “Ma che ce frega, ma che ce ‘mporta si l’oste ar vino cià messo l’acqua”, se non fosse che purtroppo a pagare il conto salato saranno sempre i cittadini romani”. Lo dichiara in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio.

Altri articoli