Roma: visite mediche nelle Asl per agenti polizia locale, ok a delibera in Campidoglio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

L’Assemblea capitolina con 35 voti favorevoli e un’astensione ha approvato la delibera che consentira’ a 700 agenti della polizia locale di svolgere presso le Asl le visite mediche di rito che servono ad attestare l’idoneita’ psicofisica, non svolte nel periodo della pandemia presso le strutture sanitarie militari deputate. Il documento e’ stato elaborato dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e presentato in Aula Giulio Cesare dal presidente della commissione Roma Capitale, Riccardo Corbucci del Pd. “La delibera modifica l’articolo quattro del regolamento degli appartenenti al corpo della polizia municipale relativamente alla possibilita’ di effettuare le visite per il rinnovo all’autorizzazione del porto d’armi. Si tratta di visite obbligatorie ogni 48 mesi e che vanno eseguite in strutture medico-militari o della polizia di Stato a svolgerle. Come e’ possibile vedere a seguito dell’emergenza Covid sono state sospese queste visite e a fronte del perdurare dell’emergenza l’Assemblea capitolina delibero’ una proroga del porto d’armi fino al 31 dicembre del 2021. Oggi 750 vigili devono riconsegnare l’arma a fronte di queste visite non svolte. La modifica della delibera include le Asl e permette lo svolgimento delle visite”, ha spiegato Corbucci.

Altri articoli