Municipio IV, Pd: “tagli a servizi e scuole, assegnazioni dirette per pochi”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

L'articolo di Cinque Giorni del 20 gennaio 2012
“La discussione questa mattina del Piano Sociale di Zona mostra come l’amministrazione Bonelli-Alemanno con una mano tagli i servizi sociali gli Istituti comprensivi scolastici e con l’altra assegni senza alcun bando pubblico ben 200 mila euro nei giorni fra Natale e capodanno” lo dichiara in una nota il gruppo del Partito Democratico del IV Municipio. “L’assessore ai servizi sociali ha spiegato che i tagli a servizi essenziali quali il saish, il centro diurno per disabili, il centro per minori con handicap, la cancellazione dello sportello famiglia, la sospensione dei bandi sulle dismissioni protette e sul fuoriclasse, vengono causati dalla carenza di fondi che scompare quando bisogna assegnare 200 mila euro senza bandi pubblici alle più svariate realtà” spiega il vicepresidente del consiglio Riccardo Corbucci membro della commissione servizi sociali. “L’assessore ai servizi sociali Filini ha fatto spiegare alla dirigente il piano sociale di zona e i relativi tagli perché non ha voluto nemmeno assumersi la responsabilità di un taglio di oltre 800 mila euro sul saish, il più rilevante della città” continua il capogruppo Paolo Marchionne “gli operatori che si occupano a scuola dei bambini con disabilità del nostro municipio sono quelli pagati meno ed addirittura non gli si consente più di poter mangiare a mensa con i bambini che seguono, come se quel momento educativo non fosse importante”. “É incredibile che siano stati assegnati fondi dalla presidenza del municipio senza alcun bando in questo momento di crisi e di tagli” tuona Federica Rampini, presidente della commissione trasparenza “di nascosto, senza che ne sapessero nulla nemmeno l’assessore competente Antonino Rizzo e il capogruppo del Pdl Francesco Vaccaro che ha chiesto un approfondimento serio nella commissione che presiedo”. “Abbiamo votato contro il piano sociale dei tagli perché non é possibile prendere in giro i cittadini parlando di sacrifici quando si regalano soldi pubblici senza bando” conclude Fabio Dionisi consigliere del Pd.

Altri articoli