Castel Giubileo, il Pdl contrario alla verifica degli assegnatari del mercato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

di Enrico Pazzi da www.roma2013.org
Non è passata la risoluzione (clicca qui), presentata dal gruppo del Pd, che chiedeva la verifica della presenza degli operatori assegnatari dei posteggi del mercato saltuario di Castel Giubileo. Un atto richiesto dagli stessi operatori del mercato sempre più preoccupati delle assenze degli altri commercianti, che rischiano di far perdere qualità e competitività al neonato mercato, che si trova un poco nascosto nell’area di parcheggio di via Bolognola. Il mercato istituito ufficialmente dal municipio nel 2010, ha assegnato con un regolare bando 25 postazioni, che dovrebbero essere coperte il martedì e il venerdì. “Purtroppo invece” spiega Corbucci “sono soltanto una decina gli operatori che aprono i propri banchi ai cittadini ed il rischio è che l’incomprensibile immobilismo della presidente della commissione commercio De Napoli possa far scadere di qualità il mercato, che è molto utile per i cittadini”. Da quando è stato aperto il nuovo mercato non è stato pubblicizzato nemmeno nella vicina Settebagni, è sprovvisto di una fontanella pubblica e di bagni chimici. Gli operatori presenti lamentano la concorrenza dei mercati più grandi di Prima Porta e via delle Galline Bianche, soprattutto nella giornata del martedì, quando molti dei posteggi rimangono vuoti. “Non si capisce perchè la De Napoli e il Pdl (clicca qui) non abbiano voluto inviare i vigili urbani al fine di verificare quanti operatori siano realmente presenti. Il dubbio è che si vogliano in qualche modo tutelare gli abusivi, che ogni tanto occupano le postazioni vuote”.

Altri articoli