Vi invito a leggere il libro “Assalto al Pm. Storia di un cattivo magistrato” di Luigi De Magistris.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ho assistito alla presentazione del libro “Assalto al PM. Storia di un cattivo magistrato” di Luigi De Magistris, parlamentare europeo eletto con l’Italia dei Valori. Vi invito a leggerlo. Questa è la storia di un uomo che ha sempre avuto il senso della giustizia come passione fin da bambino. La respirò attraverso l’esperienza prima del nonno poi del padre, e crebbe con il sogno di fare il magistrato per seguire le orme del suo modello da imitare: Giovanni Falcone.

Una carriera professionale luminosa, attraverso gli anni di studio e la vita di un giovane appassionato della Legge e dello Stato. E che proprio da quello Stato non fu difeso, anzi. In questo libro “Assalto al Pm – Storia di un cattivo magistrato”, l’autore ripercorre gli anni della passione da studente, i dubbi e le incertezze che si presentavano agli occhi di un “figlio del sud” – come lo definisce Marco Travaglio nella prefazione – che scelse di stare in prima linea a combattere la criminalità e di andare ad esercitare la professione che aveva sempre sognato laddove la mano della Legge era più carente. Calabria, terra di ‘ndrangheta, politica corrotta, fiumi di soldi provenienti dai fondi europei per finanziamenti di grandi opere mai realizzate, terra di malaffare e collusioni tra criminalità e politica; terra che però aveva bisogno di segnali forti per ridare la speranza alle migliaia di persone oneste che la abitano e che, con fatica, cercano di vivere e lavorare in quei paesei tra uno Stato in difficoltà e una comunità che non riesce a reagire.

Altri articoli