Scuola, Corbucci (Pd): “volantino diffamatorio per attaccare forza ricorso al Tar”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

“Questa mattina abbiamo denunciato gli autori del volantino diffamatorio apparso in alcune scuole del IV Municipio, a seguito della presentazione del ricorso al Tar del Lazio contro la delibera sul dimensionamento scolastico” lo rende noto Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio Riccardo Corbucci. “Non potendo rispondere su quanto combinato con il dimensionamento in IV Municipio, non gli rimane altro che diffamare anonimamente, una pratica da sempre in voga nel centrodestra. Quanto scritto sul volantino è ovviamente falso e le prime persone ad arrabbiarsi sono stati proprio i genitori che sanno benissimo quanti soldi siano stati raccolti per il ricorso al Tar meno costoso della storia della città. Difatti gli autori sapendo di mentire e quindi calunniando il sottoscritto, sono certamente a conoscenza che le spese raccolte dai rappresentanti dei genitori dei tre plessi coinvolti, a malapena servono a coprire le spese legali di deposito del ricorso, mentre gli avvocati che vi lavorano, compreso mio padre, stanno lavorando con la formula del patrocinio gratuito, come già avvenuto con il ricorso sul Salaria Sport Village” continua Corbucci “a differenza di altri miei colleghi di maggioranza come il vicecapogruppo del Pdl Stefano Ripanucci che ha il padre Giampiero Ripanucci nel consiglio d’amministrazione di Roma Servizi per la mobilità srl con un emolumento di 20 mila euro l’anno, della presidente della Commissione Servizi Sociali Lina Tancioni assunta dalla cooperativa sociale onlus “Santi Pietro e Paolo patroni di Roma” che è titolare di due lotti del progetto “Scuolabus a piedi”, promosso dal dipartimento servizi educativi e scolastici di Roma Capitale per un totale di quasi 200 mila euro di fondi pubblici e del consigliere Pdl Giuseppe Sorrenti assunto ad Atac con tanto di master pagato con i fondi pubblici, io ho la fortuna di avere un padre che per difendere le angherie di chi amministra malamente il territorio, mette a disposizione gratuitamente il proprio lavoro”. “Agli investigatori abbiamo, inoltre, fornito diverse testimonianze su chi ieri notte ha affisso materialmente questi manifesti, poichè fortunatamente insieme con alcune persone abbiamo potuto verificare con i nostri occhi di chi si trattasse”.

Altri articoli