Rifiuti, Sassoli-Corbucci (Pd): “spostare impianto Ama via Salaria”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

«Spostare l’impianto Ama di trattamento rifiuti di via Salaria lontano dal centro abitato». È questa la richiesta avanzata in una nota dal presidente degli europarlamentari Pd, David Sassoli, e dal vicepresidente PD del Consigio del IV Municipio, Riccardo Corbucci. «È più di un anno e mezzo – sottolineano – che i cittadini dell’area protestano per i forti miasmi prodotti dall’impianto che si trova incastrato proprio nel mezzo di un centro abitato e a soli 600 metri di distanza da un asilo nido. L’unico intervento ottenuto dal Comune di Roma – aggiungono – è stato lo stanziamento di un milione e 200 mila euro per lavori che avrebbero dovuto alleviare le emissioni maleodoranti provenienti dall’impianto. Intervento che non ha però sortito alcun effetto mentre tre sopralluoghi della Asl e uno studio dell’istituto Mario Negri commissionato dalla stessa Ama hanno evidenziato la pericolosità dell’impianto per la salute rilevando la presenza di forti quantitativi di acido solfidrico».
«Considerato inoltre che proprio il IV Municipio è stato scelto come area pilota per la raccolta differenziata porta a porta – concludono Sassoli e Corbucci – non si può chiedere ai 240mila abitanti di questo territorio di sopportare ulteriormente i disagi causati dalla presenza dell’impianto che deve necessariamente essere spostato altrove e comunque lontano dai centri abitati».

Altri articoli