Oddio è lunedì 204 – l’arrivo in Campidoglio è solo l’inizio della rinascita di Roma

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp


Voglio ringraziare ancora una volta tutte le persone che in questi anni mi hanno sostenuto, anche nei momenti più difficili, per consentirmi di arrivare a rappresentarli in Campidoglio come consigliere comunale di Roma. Avrò modo di farlo di persona con ognuno di voi. Voglio inoltre scusarmi per averci messo un po’ di tempo prima di tornare al nostro appuntamento settimanale. D’altronde devo ammettere che le ultime settimane sono state impegnative, ma soprattutto straordinariamente travolgenti dal punto di vista emozionale. Perciò eccoci qui, a riprendere una striscia settimanale con la quale proverò a raccontarvi il nuovo Campidoglio di Roberto Gualtieri e le sfide che ci attenderanno per far rinascere Roma e farla tornare ad essere il motore del nostro Paese. 

Abbiamo vinto le elezioni a Roma. Le abbiamo vinte con Roberto Gualtieri Sindaco, una figura seria, apprezzata all’Estero e nel nostro Paese,  che sarà capace nei prossimi anni di ripotare Roma al posto che merita. Le abbiamo vinte con una squadra di donne e uomini preparati ed onesti che dal Campidoglio e in 14 municipi su 15 metteranno tutto il proprio impegno per prendere di petto problemi urgenti come la raccolta dei rifiuti, il trasporto pubblico, la mobilità e il sostegno per le fasce più deboli della popolazione. Tuttavia questo però non basta. Roma deve tornare ad essere un polo attrattivo dove investire, generare sviluppo economico e creare nuovi posti di lavoro. La Roma di Gualtieri sarà nei prossimi anni una città che riparte e crea occasioni di crescita. Su questo lavoreremo ogni giorno perché consapevoli della grande responsabilità che ci aspetta. Non si tratta soltanto di rispondere alla fiducia dei tanti che ci hanno sostenuto, ma anche di provare a riconquistare le tante romane e romani che non sono andati a votare per sfiducia o rabbia. Questi cinque anni serviranno per ricreare una reale partecipazione nel risolvere i problemi e per portare a casa la riforma di Roma Capitale, tassello fondamentale per riuscire ad amministrare bene Roma e i suoi 15 municipi. 

Nei prossimi giorni l’aula Giulio Cesare formerà le commissioni capitoline e finalmente saremo pienamente operativi. In questo spazio proverò a raccontarvi molte cose. Lo farò anche attraverso i social e le iniziative sul territorio. Questo è solo l’inizio, tutto quello che verrà lo faremo insieme! 

Altri articoli