Mentre il IV Municipio è in agonia, Bonelli e De Napoli vanno in gita a Francoforte con l’eurodeputato Pdl Angelilli

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

“Ci vogliono le facce di bronzo di Cristiano Bonelli e Jessica De Napoli per decidere di andare a protestare a Francoforte contro le politiche bancarie, privilegiando la militanza politica del proprio partito ai tanti problemi dei cittadini del IV Municipio, che proprio in questi giorni soffrono i disagi per il dimensionamento scolastico, il caos dei trasporti pubblici, il taglio dei servizi sociali, i disagi dell’impianto Ama di via Salaria, l’insicurezza e il degrado ormai imperante” lo dichiara in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio. “L’evento pubblicizzato sui social network avrebbe avuto l’ambizione di “sfidare la crisi”, attraverso l’occupazione simbolica del parco dell’Eurotower, dove si è svolta la festa battezzata Under Tower” spiega Corbucci. “Mi chiedo cosa avranno da “festeggiare” i due amministratori del centrodestra del IV Municipio” continua Corbucci “anche perchè nelle immagini del Tg1 della notte (clicca qui e vedi al minuto 25.30) e del quotidiano Il Tempo, li si vede molto più a loro agio con i megafoni in mano ad aizzare una decina di giovani in mezzo alla strada, piuttosto che negli uffici municipali nei quali sono stati eletti, per risolvere i problemi dei cittadini del IV Municipio”.

“Il Partito Democratico, inoltre, ha già predisposto con i propri eletti in Europa un’interrogazione urgente per sapere con quali fondi sia stato organizzato questo evento, al quale Bonelli e la De Napoli hanno partecipato, risultando assenti dal consiglio municipale di giovedì scorso mentre era in discussione la contrarietà alla svolta a sinistra in via Grottazzolina. Assenza che si è riproposta in giunta anche il giorno seguente per Bonelli” conclude Corbucci “due amministratori per i quali le iniziative dell’eurodeputato di riferimento del Pdl Angelilli, vengono prima delle esigenze dei cittadini che li hanno votati”.

Altri articoli