Marcigliana, una discarica a cielo aperto?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

camion scarica terraSono ormai giorni che sui terreni confinanti l’area Enel che si trova all’interno del Parco della Marcigliana, vengono scaricati camion di terra. Operazioni incessanti, fotografate anche dai cittadini, che hanno già provocato un innalzamento delle quote altimetriche del terreno di circa cinque metri. In altre parole si è verificato uno “tzunami” senza che i cittadini se ne siano accorti. Questi movimenti terra sono stati autorizzati dal municipio grazie ad una Dia presentata il 22 novembre del 2011 (prot. n. 109020), sulla base di un’autorizzazione regionale rilascita il 19 febbraio del 2008.

Il problema più evidente è che questa autorizzazione regioanale ha validità per cinque anni dalla data di rilascio. Quindi sarebbe scaduta il 19 febbraio scroso, mentre allo stato attuale i lavori, iniziati nel mese di aprile, sono ancora in corso (la fotografia è di questa mattina 15 maggio 2013). Mi sono immediatamente attivato per chiedere immediatamente notizie alla Regione Lazio, al Comune di Roma e al IV Municipio al fine di verificare la regolarità di questa autorizzazione.

Altri articoli