IV Municipio, Corbucci (PD): “impossibile per i disabili utilizzare i parcheggi nel sede di via Fracchia”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

“Nella sede degli uffici anagrafici del IV Municipio in via Fracchia, i disabili non possono parcheggiare la propria auto nei posti a loro dedicati perché questi vengono occupati da altre vetture sprovviste del regolare contrassegno. La denuncia arriva dai cittadini con problemi di handicap che troppo spesso hanno trovato i cinque posti auto a loro destinati occupati da persone che non ne avevano diritto” lo dichiara in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio.

Una delle auto parcheggiate senza alcun contrassegno per invalidi

“Da un sopralluogo effettuato martedì mattina presso il parcheggio della sede di via Fracchia, nei cinque posti dedicati ai disabili, due auto erano sprovviste di qualunque contrassegno, due avevano esposto la fotocopia di un permesso provvisorio e temporaneo emesso dal IV Municipio e soltanto una aveva il regolare contrassegno. Davanti alle auto c’erano almeno due vetture in doppia fila che chiudevano il parcheggio” continua Corbucci “è davvero scandaloso quello che accade nella sede di via Fracchia dove i cittadini vanno per fare i certificati”.

Una delle auto parcheggiate con contrassegno fotocopiato e temporaneo emesso dal Municipio

“I vigili non possono far rispettare il codice della strada perché l’area di parcheggio non sarebbe soggetta a pubblico passaggio in quanto ancora privata” spiega Corbucci che presenterà in aula una mozione per chiedere un intervento immediato “viene da piangere se si pensa che negli uffici è attivo uno sportello dedicato alle problematiche dei portatori di handicap, affidato dal Presidente Cristiano Bonelli, ad un’associazione privata che non ha, però, segnalato il problema”.

Lo sportello per i problemi dell'handicap attivo all'interno della sede di via Fracchia

“Ci vorrebbe una determina di presa in carico del parcheggio per mettere i vigili nelle migliori condizioni di poter svolgere il proprio dovere, compromesso dall’incapacità dell’amministrazione Bonelli” conclude Corbucci.

Altri articoli