Cattivi maestri e giovani speranze

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Succede che a Modena nella scuola secondaria di primo grado “Carducci” una professoressa si presenti in classe per due giorni di fila con la mascherina chirurgica e senza super green pass, nonostante un caso acclarato di positività al covid.

Alle giuste osservazioni dei suoi studenti, la docente rimane sulle proprie posizioni. E quando i ragazzi di terza media, dopo essersi consultati con i propri genitori lasciano l’aula, l’insegnante inizia a filmarli con il telefonino, comminando una nota collettiva e finendo pure per chiamare la polizia.

Arrivano invece i vigili che multano la cattiva maestra e il suo pessimo esempio per violazione delle disposizioni anti Covid. Una storia che mostra come la speranza sia sempre da riporre nei nostri giovani.

Altri articoli