Angeli della città, Corbucci (Pd): “Bonelli non vuole i genitori a sopralluogo scuola”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

“Questa mattina il presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli si è recato in sopralluogo con la dirigente scolastica dall’Istituto Comprensivo Viale Adriatico, a seguito dell’articolo pubblicato dal Messaggero (clicca qui) sulla presenza di topi nella scuola. Al sopralluogo Bonelli non ha voluto far partecipare i genitori presenti, ne tanto meno il presidente del consiglio d’Istituto, adottando un comportamento vergognoso e fanciullesco, che ormai lo caratterizza da diversi anni” lo dichiarano in una nota Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio.

“Nella giornata di ieri insieme ad alcuni genitori avevo già compiuto un sopralluogo presso la scuola Angeli della Città nel quartiere Tufello” racconta Corbucci “per verificare la situazione a seguito di un’invasione di topi che giovedì sono stati trovati anche all’interno del plesso scolastico, a seguito della bonifica delle aree verdi adiacenti alla scuola. Inoltre il plesso ha avuto grandi problemi anche nell’erogazione dell’acqua, tant’è che anche questa mattina l’acqua nei bagni non c’era, salvo poi scoprire che era stata semplicemente chiusa una valvola”. “Il IV Municipio è intervenuto venerdì a seguito della segnalazione della dirigente scolastica facendo piazzare molte trappole all’interno della scuola, dietro gli armadi che si trovano nei corridoi e nel giardino prospicente l’entrata” spiega Corbucci “tuttavia la Cascina, la cooperativa che gestisce la mensa scolastica non ha ancora provveduto ad un sopralluogo per certificare la salubrità dei locali cucina, mentre appare necessaria un’immediata disinfestazione della scuola per tutelare la salute dei bambini e delle insegnanti”. “L’atteggiamento del presidente Bonelli che questa mattina non ha consentito a Marzia Maccaroni, il massimo rappresentante dei genitori dell’I.C. Viale Adriatico di cui la scuola Angeli della Città fa parte, di partecipare al sopralluogo è molto preoccupante e denota l’incapacità dell’amministrazione di intervenire con prontezza per risolvere il problema”.

Altri articoli